Sei vantaggi di andare in moto

Potresti chiederti se è sicuro guidare una moto. In effetti, il 75% di tutti gli incidenti motociclisti è il risultato di altri driver che non hanno notato la motocicletta. Se hai deciso di ottenere una moto, segui questi semplici consigli di sicurezza per proteggere te stesso e gli altri. Ricorda che la visibilità è essenziale: le motociclette dovrebbero essere visibili anche quando la strada è chiara. Assicurati di tenere i fari attivi, anche durante il giorno, utilizzare segnali manuali e utilizzare abiti riflettenti quando possibile. Tieni gli occhi aperti per i pericoli.

Vantaggi della guida di una moto

I benefici fisici della guida di una motocicletta sono numerosi. L’attività richiede un allenamento per tutto il corpo, brucia calorie e creando endorfine. Il motociclismo migliora anche l’umore aumentando i livelli di endorfina. Inoltre, rilascia sostanze chimiche di benessere come l’adrenalina, che è associata a umore positivo ed energia. Ecco altri sei vantaggi di andare in moto. Di seguito sono elencati i vantaggi fisici della guida di una moto.

Precauzioni di sicurezza da prendere

Ci sono molte precauzioni di sicurezza da prendere durante la guida di motociclette. I motociclisti sono particolarmente vulnerabili alle collisioni stradali, quindi è fondamentale obbedire a tutte le regole del traffico. Quando si arriva a un incrocio, è importante fermarsi immediatamente, guardare in entrambi i modi e obbedire ai limiti di velocità. I motociclisti devono rallentare per i semafori, in particolare quelli gialli. Dovrebbero anche stare particolarmente attenti quando si cambiano le corsie. Se possibile, i conducenti dovrebbero essere alla ricerca di motociclette, in modo che possano evitarli.

Tipi di motociclette

Esistono due tipi principali di motociclette: tour e sport. Le motociclette in tournée sono biciclette grandi e pesanti che offrono al pilota funzionalità di comfort come comfort del sedile e ampio spazio di archiviazione. Le motociclette sportive, d’altra parte, sono piccole motociclette che erano essenzialmente motociclette ibridate con motore da 50 cc e trasmissione a forma di bicicletta. Possono essere alimentati dal pilota o dal motore, a seconda del modello. Altri tipi di piccole motociclette includono minibike, bici e bici da scimmia.

Distanze di sicurezza da mantenere

Una buona regola empirica da seguire quando si guida le motociclette è mantenere una distanza di sicurezza minima di due secondi dietro l’auto di fronte a te. Questo non è sufficiente per gli altri utenti della strada, tuttavia. La mancanza di visibilità e margine di reazione di una motocicletta significa vulnerabile a un incidente. Se l’auto passa il marcatore davanti a te, la motocicletta ha bisogno di un minimo di due secondi per fermarsi. Ti dà anche una migliore visione dei pericoli stradali in vista.

Sistemi di controllo della velocità di crociera adattivi che non riconoscono le motociclette

I sistemi di controllo da crociera adattivo sono una caratteristica chiave delle auto moderne. Sfortunatamente, hanno un difetto: non riescono a riconoscere le motociclette, anche quando sono abbastanza lontani per far funzionare il sistema in modo efficace. Il risultato è che i conducenti devono prestare maggiore attenzione per evitare di schiantarsi nelle motociclette. Il gruppo di industria motociclistica ACEM ha pubblicato una posizione, avvertendo i produttori di automobili e le organizzazioni di motociclette dei pericoli di questi sistemi.

Motociclette a guida autonoma

Mentre molti di noi sognano di guidare in macchina un giorno, una motocicletta a guida autonoma è un passo più vicino di quanto si possa pensare. Nel prossimo futuro, potresti essere in grado di salire su una motocicletta e non preoccuparti di guidare, rompere o persino di vedere cosa ti circonda. Ma prima, parliamo di come funzioneranno questi veicoli. Come interagiranno con te? Come ti terranno al sicuro?

Motobot robot umanoide

Una motocicletta robotica umanoide ha finalmente raggiunto il palcoscenico in cui può correre contro i veri umani. La società giapponese Yamahas Motobot ha raggiunto questa impresa. Entro la fine del 2018, sarà in grado di angolare e completare i corsi di slalom, raggiungendo velocità di 62 miglia all’ora. Sarà anche in grado di eseguire giri a una velocità massima di 124 miglia all’ora. Entro il 2020, Yamaha prevede di incorporare la tecnologia Motobot nei prodotti di consumo.